BANCA DATI

Le piante da profumo nella tradizione italiana 

image_pdfimage_print

L’impiego di piante dotate di sostanze odorose, comunemente dette aromatiche, ha avuto un ruolo rilevante nella lunga storia dell’essere umano, non solo come esaltatori della sapidità degli alimenti, ma anche per soddisfare le esigenze estetiche nella cura della propria persona e nel mantenere un aspetto gradevole del fisico, come anche nel conservare una serie di consuetudini e riti di carattere sociale e religioso, frequentemente molto diversi nelle popolazioni e nei secoli. Il termine “profumo”, infatti, viene dal latino “per fumum”- attraverso il fumo- dal momento che i primi profumi provenivano dagli aromi bruciati come l’incenso o dal sacrificio degli animali.

Tecnicamente si definisce “aroma” il risultato dell’insieme delle sensazioni gustative ed olfattive provocate da una o più molecole, dette “stimolanti” o “aromatizzanti”, che agiscono su particolari recettori presenti negli organi sensoriali. Il termine anglosassone “flavours” sta ad indicare l’insieme e le interazioni tra le due sensazioni. I flavours and fragrances e flavours ingredients, sono impiegati in una molteplicità di prodotti finiti dagli alimenti ai cosmetici, agli spray più diversi, ai detersivi. In particolare, il termine “fragrances” è più appropriato per le preparazioni non alimentari.
E’indubbio che il senso dell’olfatto nelle relazioni del mondo animale è alla base dei comportamenti, sia nei riguardi del cibo, sia del richiamo sessuale e sia nel modo di essere…
La Processione al Calvario - Pieter Brueghel Il Giovane

La Processione al Calvario – Pieter Brueghel Il Giovane

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>