BANCA DATI

Il futuro della sicurezza alimentare mondiale “a rischio” a causa di molteplici sfide

image_pdfimage_print

Senza ulteriori sforzi, l’obiettivo di porre fine alla fame entro il 2030 non sarà raggiunto, avverte un rapporto della FAO pubblicato oggi

Roma, 22 febbraio 2017 – La capacità futura dell’umanità di alimentarsi è in pericolo a causa dell’intensificata pressione sulle risorse naturali, della crescente disuguaglianza, e delle conseguenze del cambiamento climatico, avverte un nuovo rapporto della FAO pubblicato oggi.

Anche se nel corso degli ultimi trent’anni sono stati fatti significativi progressi nella riduzione della fame nel mondo, “l’espansione della produzione alimentare e la crescita economica hanno spesso comportato un costo pesante per l’ambiente “, denuncia The Future of Food and Agriculture: Trends and Challenges  (Il futuro dell’alimentazione e dell’agricoltura: tendenze e sfide, n.d.t) .

“Quasi metà delle foreste che un tempo ricoprivano la Terra sono ormai scomparse.  Le falde acquifere si stanno esaurendo. La biodiversità è stata profondamente erosa”, si legge nel rapporto.

Di conseguenza, “le capacità del pianeta potrebbero essere superate se continuano le tendenze attuali,” avverte il Direttore Generale della FAO, José Graziano da Silva, nella sua introduzione al rapporto.

Entro il 2050 la popolazione mondiale raggiungerà probabilmente quasi 10 miliardi di persone. In uno scenario di crescita economica moderata, questo incremento demografico farà aumentare la domanda mondiale di prodotti agricoli del 50% rispetto ai livelli attuali, intensificando la pressione sulle risorse naturali già sotto sforzo.

Allo stesso tempo, un maggior numero di persone mangerà meno cereali e maggiori quantità di carne, di frutta, di verdura e di prodotti alimentari lavorati a seguito del cambiamento delle diete già in corso a livello globale, tendenza che contribuirà ad aumentare la pressione sulle risorse naturali causando più deforestazione, degrado del suolo ed emissioni di gas serra.

Accanto a queste tendenze, il cambiamento climatico del pianeta apporterà ostacoli aggiuntivi. “Il cambiamento climatico influenzerà tutti gli aspetti della produzione alimentare”, dice il rapporto. Questi includono una maggiore variabilità delle precipitazioni e l’aumento della frequenza di siccità e inondazioni.

Per raggiungere fame zero, dobbiamo intensificare i nostri sforzi

La questione centrale sollevata dalla pubblicazione della FAO è se, in prospettiva, i sistemi agricoli e alimentari del mondo saranno in grado di soddisfare in modo sostenibile le esigenze di un’accresciuta popolazione mondiale.

La risposta immediata è sì, i sistemi alimentari del pianeta sono in grado di produrre cibo a sufficienza ma per farlo, e in modo sostenibile, e garantire che tutta l’umanità ne tragga beneficio saranno necessarie “grandi trasformazioni”…

The Artist's Garden at Eragny - Camille Pissarro

The Artist’s Garden at Eragny – Camille Pissarro

RelatedPost

One Response to Il futuro della sicurezza alimentare mondiale “a rischio” a causa di molteplici sfide

  1. Andrea Sonnino Rispondi

    febbraio 23, 2017 a 10:18 am

    Rapporto molto importante, pieno di dati e di fatti. Spero che che inneschi anche in Italia una seria discussione sul futuro della alimentazione e della agricoltura mondiali.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>