BANCA DATI

Per l’impollinazione dei frutteti si possono affittare apposite api

image_pdfimage_print

Alcuni frutteti non riescono a produrre grandi raccolti per mancanza di una sufficiente impollinazione. Per questo oggi si allevano particolari api solitarie, appartenenti a una specie selvatica, attiva all’inizio della primavera e spesso legata all’impollinazione di alberi da frutto e arbusti. Non vivono in un alveare, non producono miele, ma hanno un potere di impollinazione molto elevato.
Il loro contributo è quello di “dominare un ciclo naturale, non cambiare nulla e rispettare la natura”. Si introducono queste api alle prime fioriture, in modo che l’impollinazione venga eseguita al meglio. Sempre più agricoltori iniziano a orientarsi verso questa soluzione. Quest’anno, la start up che alleva queste api sta operando su circa 600 ettari, nel Rodano-Alpi e nel Sud-Ovest.
Per Gilles Lanio, presidente dell’UNAF (Federazione degli apicoltori) “può essere una soluzione, laddove la natura non è più in grado di essere autosufficiente”.

Vedi articolo 

Natura morta del sacro potere sovrano - Jan Brueghel Il Giovane

Natura morta del sacro potere sovrano – Jan Brueghel Il Giovane

Documenti Correlati

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>