VIRTU

BANCA DATI

“Ospiti invernali” dei Platani

La quasi totalità dei Platani presenti nelle nostre alberate cittadine è riconducibile a Platanus hybrida Brot (= P. acerifolia (Aiton) Wild), ibrido fraPlatanus occidentalis L. e P. orientalis L, con individui che presentano caratteri più vicini al primo, di origine Nordamericana, ovvero al secondo, originario dei Balcani e dell’Asia Minore. Durante il periodo invernale le placche di ritidoma, che restano attaccate ai loro maestosi tronchi, offrono rifugio ad alcune specie di gasteropodi polmonati e di artropodi. Alcuni ragni vi ricercano prede o vi costruiscono ooteche sericee.

Ma gli ospiti più numerosi sono gli insetti; frequente è il Dermattero Anisolabide Euborellia annulipes(Lucas) le cui femmine ovidepongono e restano a protezione delle uova durante il giorno, mentre la notte vanno alla ricerca di piccole prede. Vari coleotteri Coccinellidi predatori, trascorrono parte dell’inverno allo stadio di adulto o di pupa al riparo delle placche. Occasionalmente si riscontrano coloniole del Formicoideo Crematogaster scutellaris (Oliver), alla ricerca di siti idonei per costruire il nido nel tronco di vecchie piante. I Rincoti Eterotteri presenti sotto le placche, includono alcune specie occasionali quali il Pirrocoride Pyrrocoris apterus L., i Ligeidi Lygus equestris L. e Spilostethus pandurus (Scopoli), nonché vari Pentatomidi ubiquitari quali Nezara virudalaL. che, in primavera, lasciano i temporanei ricoveri per trasferirsi su varie piante.

Tuttavia la specie che sistematicamente si rifugia sotto le placche è la Tigre del Platano Corythuca ciliata Say. Tale Tingide nord americano, che è stato introdotto in Italia negli anni ’60 del secolo scorso, è ormai diffuso in tutte le aree italiane e in molte europee, in cui sono presenti le sue piante ospiti…

Georgofili INFO

Villa Salviati on the Arno, William Turner

Villa Salviati on the Arno, William Turner

RelatedPost

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments