BANCA DATI

Le api e le loro difese naturali

image_pdfimage_print

Le colonie di insetti sociali, grazie al loro livello di organizzazione, sono state assimilate, per una serie di analogie, agli organismi pluricellulari fin dai primi anni del 1900 e definite come superorganismi (Wheeler, 1911). Un secolo più tardi, Strassmann e Queller (2010) hanno proposto la definizione di organismo multicellulare per tutte le entità biologiche, i cui componenti contribuiscono a garantire la sopravvivenza di tutti i membri del gruppo, tra queste entità rientrano anche le colonie di api (Moritz & Southwich, 1992; Thauz 2008 ).

In questi insetti, una delle principali aree di cooperazione tra gli individui è lo sviluppo di un sistema immunitario sociale della colonia. L’ “immunità sociale” è l’insieme dei meccanismi di difesa collettiva attuati dalle api per combattere predatori, parassiti e patogeni, che minacciano costantemente la sopravvivenza dell’alveare (Cremer et al., 2007).
Oltre ai meccanismi di difesa collettiva, vengono adottati simultaneamente meccanismi di difesa individuali, aumentando così la resistenza o la tolleranza contro i nemici dell’alveare (Cremer & Sixt, 2009). La resistenza è la capacità di un sistema di resistere alle infezioni attraverso barriere meccaniche, chimiche e fisiologiche, nonché mediante l’adozione di opportune risposte di difesa una volta che l’infezione è in atto…
Flower Garden Pansies - Emil Nolde

Flower Garden Pansies – Emil Nolde

RelatedPost

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>