VIRTU

BANCA DATI

Venerdì Culturale 22.10.2021 – Webinar “L’agricoltura come gestore del ciclo del carbonio” (In collaborazione con la Società Agraria di Lombardia)

Relatore: Prof. Luigi Mariani (Università degli Studi di Milano)

 Introduce Dott. Agr. Flavio Barozzi (Presidente della Società Agraria di Lombardia)

Modera Dott. Andrea Sonnino (Presidente della FIDAF)

PRESENTAZIONI


Introduzione

Con questo webinar si dà piena operatività alla convenzione recentemente stipulata tra la FIDAF e la Società Agraria di Lombardia, istituzione culturale ed accademica che quest’anno celebrerà il suo 160° anniversario di attività, essendosi costituita a partire dal dicembre 1861. La convenzione tra FIDAF e SAL si fonda sulla consapevolezza che la sinergia e la collaborazione tra le istituzioni professionali, culturali ed accademiche assume oggi più che mai fondamentale importanza per la diffusione delle conoscenze tecniche e scientifiche.

L’agricoltura come gestore del ciclo del carbonio

L’agricoltura ha fin dalle sue origini un ruolo centrale nel ciclo del carbonio sul nostro pianeta grazie al governo del processo di fotosintesi su cui essa si fonda. Tale evidenza, posta in luce per la prima volta in modo quantitativo dal grande fisiologo vegetale elvetico Nicolas Théodore de Saussure (Recherches chimiques sur la Végétation, 1804), è oggi sempre più spesso posta in discussione ponendo unicamente l’accento sul ruolo di emettitore del settore primario. La mancata riflessione quantitativa sulla portata dell’attività fotosintetica agricola riporta indietro di due secoli il dibattito scientifico e falsa il quadro dei valori, per cui (a) agricolture evolute e che assorbono moltissima CO2 tramite la fotosintesi vengono giudicate meno sostenibili di agricolture che emettono poco per unità di superficie a fronte di assorbimenti fotosintetici molto ridotti e (b) l’impatto ambientale della zootecnia  viene valutato senza considerare che le sue emissioni di gas serra sono solo una piccola parte dell’assorbimento fotosintetico che avviene a monte di essa.

La deduzione è che occorra promuovere agricolture con rese elevate e che una volta soddisfatte le necessità di cibo e beni di consumo dell’umanità destinino gli eccessi produttivi a filiere basate sui polimeri del carbonio di origina agricola in luogo di quelli di origine fossile. 

Dott. Agr. Flavio Barozzi

È Presidente della Società Agraria di Lombardia, istituzione accademica e culturale fondata nel 1861. Dottore agronomo libero professionista ed imprenditore agricolo, ha ricoperto diversi incarichi a livello sindacale ed imprenditoriale ed è stato coordinatore della Commissione di Studio “Agricoltura sostenibile-PSR” dell’ODAF di Milano. È accademico aggregato all’ Accademia dei Georgofili di Firenze.

Prof. Luigi Mariani

Agronomo libero professionista è direttore del Museo Lombardo di Storia dell’Agricoltura e vicepresidente della Società Agraria di Lombardia. Presso la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Milano insegna Storia dell’Agricoltura dopo essere stato a lungo docente di Agrometeorologia e Agronomia generale. Attualmente insegna Agronomia generale e coltivazioni erbacee all’Università degli Studi di Brescia.

RelatedPost

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments