VIRTU

BANCA DATI

Una nuova prospettiva di lotta contro alcune cicaline della vite: l’uso delle microvibrazioni

Le capacità sensoriali degli insetti sono decisamente molto diverse da quelle umane e ci appaiono spesso prodigiose e sorprendenti. Molte specie appartenenti a vari ordini sono dotate di strutture in grado di captare una moltitudine di stimoli provenienti dall’ambiente che sfuggono ai nostri sensi. Solamente con il ricorso a specifiche ricerche con mezzi idonei è possibile accedere al mondo nascosto da loro percepito e scoprire la base di molti comportamenti che regolano i rapporti fra specie diverse e le relazioni fra individui della stessa specie.

Gli stimoli possono essere di diverso tipo: visivi, olfattivi, gustativi, uditivi o tattili. Gli insetti, tramite il loro Sistema Nervoso Centrale, elaborano congiuntamente le molteplici sollecitazioni che ricevono dall’ambiente e reagiscono con precisi comportamenti.
Ben noto è il funzionamento della comunicazione tramite messaggi odorosi. I feromoni sessuali dei lepidotteri sono emessi dalle femmine, e percepiti dai maschi, secondo un regolare ritmo giornaliero che segue il succedersi delle ore di luce a quelle di buio, ossia l’alternanza di giorno e notte. Gli stimoli visivi, quelli meccanici dovuti al movimento dell’aria e quelli olfattivi interagiscono provocando il volo orientato dei maschi e i complessi rituali di corteggiamento che precedono l’accoppiamento.
I feromoni sono messaggeri chimici che sono ampiamente utilizzati per proteggere le colture da varie specie di insetti dannosi.
La loro diffusione nell’ambiente “disorienta” o “confonde” i maschi di molte specie di lepidotteri dannosi inibendo la loro riproduzione. I numerosi interventi di difesa con insetticidi convenzionali possono essere sostituiti da sostanze che non uccidono gli insetti, ma ne modificano il comportamento, con effetti benefici sull’ambiente e sulla salute dei produttori e dei consumatori…
The Garden Gate - Claude Monet

The Garden Gate – Claude Monet

RelatedPost

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments