VIRTU

BANCA DATI

Come diradare i rimboschimenti per migliorarne la salute – il progetto LIFE-FoResMit

Il progetto LIFE-FoResMit (LIFE14 CCM/IT/000905) ha l’obiettivo di dimostrare l’efficacia delle opzioni gestionali per il recupero delle pinete degradate peri-urbane al fine di ripristinare la stabilità ecologica ed il potenziale di mitigazione dei cambiamenti climatici.

Le pinete da impianto sono state realizzate durante il secolo scorso prevalentemente per scopi di protezione dall’erosione del suolo e hanno assunto successivamente anche una funzione ricreativa. Eccetto in alcuni casi, questi boschi non sono stati mai diradati. Il diradamento consiste nella riduzione controllata dall’uomo del numero di alberi in piedi attraverso l’abbattimento di una percentuale di questi. I diradamenti sono necessari per garantire la sopravvivenza di questi tipi di bosco. Infatti, durante la loro crescita, gli alberi competono tra loro fino all’esaurimento della luce e delle altre risorse nutritive a disposizione nel suolo.
Presto o tardi, dunque, le pinete artificiali attraversano una fase critica in cui un evento sfavorevole particolarmente severo (vento, neve, attacchi parassitari etc) ne può determinare un catastrofico crollo. I diradamenti servono a concentrare la mortalità sugli individui “peggiori” secondo i criteri scelti dal forestale d’accordo con le funzioni principali del bosco. Soprattutto, dopo il diradamento, negli alberi rimasti in piedi viene innescato un forte aumento della crescita in diametro e quindi anche un aumento nel sequestro di anidride carbonica come conseguenza della maggiore disponibilità di luce. Questo fenomeno aumenta la capacità di mitigazione dei cambiamenti climatici da parte di questi boschi…
The Garden in Spring Eragny - Camille Pissarro

The Garden in Spring Eragny – Camille Pissarro

RelatedPost

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments