Zika, la situazione aspettando le Olimpiadi di Rio


I giochi olimpici si avvicinano e alcuni atleti hanno scelto di rimanere a casa o prendere precauzioni extra per timore del contagio. Il ministro dello sport brasiliano rassicura: virtualmente potrebbero non esserci nuovi casi nel corso di tutto l’evento

SPECIALE AGOSTO – Difficilmente la famiglia reale inglese sarà presente ai giochi olimpici di Rio, che avranno inizio tra pochi giorni, il 5 agosto. Per ora il portavoce reale ha anticipato che la loro presenza è “unlikely”, dunque improbabile, e le speculazioni vedono nel virus Zika il motivo principale. I tabloid inglesi già ipotizzano una nuova gravidanza in arrivo o progettata per Kate Middleton, la duchessa di Cambridge, che avrebbe dunque un motivo in più per non voler correre il rischio. Parteciperà solamente la principessa Anne, in quanto membro del Comitato Olimpico dal 1988. Da palazzo nessuna conferma ufficiale, ma tra personalità di spicco e atleti di tutto il mondo alcuni hanno scelto di non recarsi in Brasile proprio a causa del virus, temendo per la propria salute o per quella dei familiari. Segue a ruota Charlène di Monaco, che nel 2000 ha partecipato alle olimpiadi di Sydney nella squadra di nuoto del Sudafrica ma quest’anno non si recherà a Rio a causa di “important health concerns”, dunque il timore di contrarre Zika.