SMARTCHAIN - Sostenibilità socioeconomica delle filiere alimentari corte - Questionario per agricoltori e produttori


COS’È “SMARTCHAIN”?

SMARTCHAIN (http://smartchain-h2020.eu/) ​​è un ambizioso progetto di ricerca della durata di 3 anni che coinvolge 43 partner provenienti da 11 paesi europei, inclusi alcuni attori principali operanti in filiere alimentari corte. L’obiettivo generale è promuovere ed accelerare la transizione verso filiere corte e collaborative introducendo robusti modelli di business e soluzioni innovative in grado di migliorare la competitività e la sostenibilità del sistema agro-alimentare europeo.

Utilizzando un approccio di ricerca dal basso e basato sulla domanda, il consorzio SMARTCHAIN ​​è chiamato a:
i) eseguire un’analisi di 18 casi studio riguardanti filiere alimentari corte considerando diversi fattori tecnologici, normativi, sociali, economici ed ambientali, ii) valutare collegamenti e interazioni tra tutte le parti coinvolte nelle filiere di approvvigionamento alimentare, e iii) identificare i parametri chiave in grado di favorire produzioni alimentari sostenibili e sviluppo rurale.

Il progetto ha previsto la costituzione di 9 comunità nazionali per le filiere alimentari (Innovation and Collaboration Hubs) all’interno dei vari paesi partner (Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Italia, Paesi Bassi, Serbia, Spagna e Svizzera), oltre a un polo di innovazione virtuale in grado di incentivare la partecipazione attiva dei vari stakeholder. Esso riunisce agricoltori e consumatori in un ambiente operativo ispirato alla collaborazione e alla fiducia reciproca, consentendo loro di generare innovazioni dal lato della domanda di mercato.

La combinazione di conoscenze scientifiche e pratiche unita a strumenti operativi come l’organizzazione di workshop sta consentendo di sviluppare soluzioni innovative e di promuovere un quadro concettuale di riferimento per l’analisi e la contestualizzazione delle diverse forme di filiere alimentari nelle aree urbane e rurali.

SMARTCHAIN ​​genera azioni concrete per il trasferimento delle conoscenze grazie all’organizzazione di seminari multi-stakeholder e ad attività di formazione rivolte ad agricoltori ed imprenditori di filiere alimentari corte.

COSA INTENDIAMO PER “FILIERE ALIMENTARI CORTE”?

Interpretiamo l’idea di filiera corta come la riduzione della distanza percepita tra produttore e consumatore, con l’obiettivo di migliorare la trasparenza, l’efficienza e la sostenibilità dei processi alimentari, e riassegnare alla posizione del produttore il giusto potere all’interno della catena del valore.

PERCHÉ UN QUESTIONARIO?

Con questo questionario, miriamo a valutare la sostenibilità socioeconomica della filiera corta, dal punto di vista degli agricoltori e dei produttori: perché scelgono di distribuire i loro prodotti attraverso la filiera corta? Quali sono, per loro, i vantaggi e gli svantaggi di lavorare con tali catene di approvvigionamento alimentare rispetto alla grande distribuzione convenzionale?

Se avete dubbi o domande su questo questionario o sul progetto, non esitate a contattarci: rosabarraso@gestionaglobal.es

QUESTIONARIO:

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSdD0TXNOZWBcVCN78CZDIG6xNwXMxASPQjqEeW2i_A8H-IBfA/viewform?dods

SmartChain_logo (1)