BANCA DATI

SISEF EDITORIALE: Eppur si muove!

image_pdfimage_print

Molti ricordano come frase sicuramente storica (anche perché ancora campeggia in molti libri scolastici) il detto “Eppur si muove!” che Galileo avrebbe proclamato dopo la lettura della sentenza del processo del 1633: ma, come tanti altri luoghi comuni riferiti alle vicende del grande scienziato, questo è un falso, inventato di sana pianta a Londra, nel 1757, dal giornalista Giuseppe Baretti.

È vero, invece, che questo detto ben descrive, nonostante le resistenze e le inerzie, la situazione del settore forestale italiano in questo ultimo anno.

Alcuni fatti, tra gli altri: (i) la delega al Governo, approvata nel luglio scorso (Collegato Agricolo 2016), per il ”riordino e la semplificazione della normativa in materia di agricoltura, silvicoltura e filiere forestali”, con la quale il MIPAAF si accinge ora a presentare al Consiglio dei Ministri la proposta maturata e condivisa dal Tavolo di Filiera Foresta-Legno per la revisione del decreto legislativo 227/2001; (ii) il successo del Forum Nazionale delle Foreste organizzato dalla Rete Rurale Nazionale a fine novembre, a cui hanno attivamente contribuito oltre 300 partecipanti (tra i quali vari politici, incluso il Vice Ministro Olivero, con delega alle foreste); (iii) la nascita il 1 gennaio del Comando Unità per la Tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare, con l’accorpamento delle competenze e del personale del Corpo Forestale dello Stato nel più ampio quadro di tutela dei cittadini e dell’ambiente svolto dall’Arma dei Carabinieri; (iv) la istituzione, a partire dal 15 aprile, del Centro di ricerca per le foreste e il legno del CREA, che, a seguito della riorganizzazione di questo Ente, va a costituire il più grande polo scientifico specializzato in Italia, con circa 100 addetti di cui più di un terzo ricercatori…

Vedi articolo

The Garden in Spring Eragny - Camille Pissarro

The Garden in Spring Eragny – Camille Pissarro

Documenti Correlati

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>