BANCA DATI

Rischio farmaci veterinari contraffatti

image_pdfimage_print

La contraffazione non risparmia nessun commercio e non ci si deve meravigliare che riguardi anche i farmaci veterinari, con inevitabili rischi per gli animali, chi usa questi farmaci, l’ambiente e soprattutto per il con-sumatore che si nutre degli alimenti prodotti da animali trattati con questi farmaci.

Un allarme sui farmaci veterinari falsi, contraffatti o vietati viene an-che dall’IRACM (Istituto Internazionale di Ricerca contro la Contraffa-zione dei Farmaci) che denuncia l’ampiezza di un fenomeno ancora am-piamente ignorato e sottovalutato soprattutto nelle sue conseguenze.
La contraffazione dei farmaci veterinari e il loro commercio illegale trovano le loro origini nella sempre maggiore espansione dei commerci tramite canali illegali che, soprattutto con acquisti attraverso internet, per-mettono di saltare i controlli d’importazione e soprattutto di acquisire i farmaci proibiti e materie prime farmacologiche a costi nettamente più bassi, anche perché a titoli inferiori e di minore qualità.
Non bisogna dimenticare che tra i farmaci illegali veterinari vi sono gli ormoni vietati nella Unione Europea e usati per incrementare in modo fraudolento la produzione di carne e di latte, e i taluni farmaci che, come la ketamina, possono passare nel giro delle droghe.
La produzione e la commercializzazione di farmaci falsi o contraffatti destinati agli animali, per lo più per opera della criminalità organizzata ed anche di terroristi, avvengono soprattutto in Asia, spesso passano per l’Africa Subsahariana per poi arrivare anche in Europa.
Per gli animali, i rischi delle contraffazioni derivano dalla loro minore purezza e dal più basso titolo con la conseguente possibile, diminuita e talvolta anche quasi nulla efficacia del farmaco…
The Garden - Claude Monet

The Garden – Claude Monet

RelatedPost

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>