Programma di sviluppo rurale 2014-2020. Psr ……15 mesi dopo


Le parole chiave dei primi 15 mesi di attuazione del Programma di sviluppo rurale: tempi e partecipazione. 

Questo periodo è stato caratterizzato da un gran fermento: messa a punto e pubblicazione dei bandi (il primo bando, è stato pubblicato appena qualche giorno dopo l’approvazione del Programma), valutazione delle richieste, concessione dei contributi, nonché erogazione dei pagamenti per gli interventi già conclusi.

L’esito dei primi bandi ha visto una elevata partecipazione da parte dei potenziali beneficiari, in alcuni casi ben oltre ogni aspettativa.

L’avvio dei primi bandi è stata anche l’occasione per valutare le necessità di adeguamento del Programma che ha portato la Regione, con il parere del Comitato di sorveglianza riunitosi in questi mesi due volte, a richiedere due modifiche per introdurre miglioramenti e chiarimenti ai criteri di selezione e, in linea generale, per introdurre semplificazioni attuative.

Per approfondire la seconda proposta di modifica notificata alla Commissione e in attesa di approvazione nei prossimi giorni, si rinvia all’articolo “Le proposte di modifica al Programma di Sviluppo rurale 2.2”.

Al 31 agosto sono già 48 i bandi pubblicati che interessano 13 focus area ed una situazione così sintetizzabile:
32 bandi chiusi con relativa approvazione delle graduatorie, che hanno interessato 13 focus area e 18 tipi di operazione;
5 bandi in corso nell’ambito di 4 focus area, ovvero bandi per i quali si è conclusa la fase di raccolta domande ed è in corso la fase istruttoria;
9 bandi aperti inerenti 5 focus area…

Vedi articolo

Pathway in Monet's Garden at Giverny - Claude Monet - 1900

Pathway in Monet’s Garden at Giverny – Claude Monet – 1900