BANCA DATI

Olivicoltura e gastronomia

image_pdfimage_print

Secondo una leggenda, ma le leggende a volte sono più vere della realtà, sarebbe stato un imprenditore marchigiano che negli anni cinquanta del secolo scorso, affermando che “con il pesce ci vuole il vino bianco”, avrebbe superato il dilemma “bianco o rosso” invariabilmente posto dal cameriere a chi si sedeva al tavolo di una trattoria o di un ristorante. Poi è venuto Luigi Veronelli che con i suoi seguaci ha insegnato agli italiani la necessità di accoppiare a ogni cibo o piatto il vino più adatto, permettendo la valorizzazione delle tante varietà italiane di vini, dando sviluppo alla enologia e da qui l’attuale progresso della viticoltura italiana. Un binomio sinergico tra viticoltura e gastronomia hanno portato a un reciproco successo e lo stesso dovrebbe avvenire per l’olivicoltura e l’olio d’oliva.

L’olio d’oliva, a livello mondiale è quasi un prodotto di nicchia, perché nell’ambito dell’olio alimentare e secondo i diversi sistemi di rilevazione rappresenta solo dal due e mezzo al quattro per cento dei consumi totali. In Italia si producono circa duecentocinquantamila tonnellate di olio d’oliva, con un fatturato al consumo complessivo annuo pari a tre miliardi e duecentomila Euro. Il consumo pro-capite annuale è di poco più di nove chilogrammi, con un totale di oltre cinquecentomila tonnellate il che significa che almeno, se non più della metà dei consumi sono coperti dall’importazione. L’olivicoltura italiana comprende ottocentoventicinquemila aziende che su oltre un milione di ettari coltivano duecentocinquanta milioni di ulivi di oltre cinquecento, per alcuni settecento cultivar. Quasi cinquemila frantoi producono olio di oliva, di cui oltre il settanta per cento forniscono meno di cinquemila quintali d’olio. Quarantacinque sono le DOP e le IGP dell’olio d’oliva e di queste cinque totalizzano il settanta-cinque per cento della produzione a denominazione, per un valore annuo complessivo al consumo di centododici milioni di Euro…
Town Garden in Pontoise - Camille Pissarro

Town Garden in Pontoise – Camille Pissarro

RelatedPost

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>