BANCA DATI

Nuovi alimenti per tavole post moderne

image_pdfimage_print

Colazione, pranzo e cena segnavano una precisa e chiara scansione della tavola di un bel tempo passato, mentre oggi sulle tavole postmoderne dei brunch, apericena e buffet gli alimenti cambiano e conquistano nuove qualificazioni e ruoli che coinvolgono le produzioni alimentari.
Molti e sostanziali sono i recenti cambiamenti nella composizione, denominazione e scansione temporale dei pasti e odiernamente la colazione del primo mattino che rompe il digiuno notturno (da qui le denominazioni inglesi e francesi di breakfast e di petit dejeuner) non è più la collazione o riunione degli avanzi del pasto della sera precedente e in Italia si riduce a un caffè e al più un cornetto o brioche.
Di pari passo il pranzo spesso cambia nome e diviene una seconda colazione o colazione di lavoro, e per questo la colazione del mattino diviene prima colazione. I toscani il pranzo lo chiamano anche desinare, dall’antico francese disner derivato dal latino popolare disiunare, cioè rompere il digiuno solamente interrotto dal piccolo digiuno o petit dejeuner del mattino, e nel francese d’oggi è dîner, in inglese dinner, perché non vi era la colazione o questa era molto ridotta e quasi non degna di un pasto. Il pranzo, prende nome da pre o pro endios o mezzodì e si fa a cavallo del mezzogiorno (l’ora, si sa, è molto variabile a seconda della latitudine), ed è in ogni modo il pasto è al centro della giornata e per questo dire dopo pranzo o dopopranzo è lo stesso che dire dopo mezzogiorno…

Vedi articolo

Caduta degli angeli ribelli - Pieter Brueghel Il Vecchio

Caduta degli angeli ribelli – Pieter Brueghel Il Vecchio

One Response to Nuovi alimenti per tavole post moderne

  1. Pingback: Febbraio 2018, LETTER DUE - FIDAF WEBZINE

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>