BANCA DATI

Lo scambio commerciale con l’Italia non è l’unica cosa che interessa alla Cina

image_pdfimage_print

(AGI) – Roma, 25 ago.

“La Cina è interessata a rafforzare la cooperazione con l’Italia anche in ambito finanziario”. A parlare è l’ambasciatore cinese Li Ruiyu in una intervista all’Agi, alla vigilia della missione in Cina (27 agosto-1 settembre) del Ministro dell’Economia e delle Finanze, Giovanni Tria. La visita ha l’obiettivo, spiega una comunicato, di “rafforzare ulteriormente i rapporti economici tra i due Paesi, che possono trarre reciproco vantaggio da una intensificazione delle relazioni economiche, finanziarie e commerciali”.

Tria ha in programma incontri al massimo livello nella People’s Bank of China. La Cina potrebbe essere interessata a comprare titoli del debito italiano?

Accolgo con favore la visita in Cina del Ministro Tria. In base alle informazioni in mio possesso, quella in Cina sarà la sua prima visita ufficiale al di fuori dell’Unione Europea. Sono convinto che tale missione possa essere utile al Ministro per comprendere meglio la Cina e per ottenere nuovi progressi nella promozione della cooperazione economico-finanziaria sino-italiana. Gli investimenti in debito estero sono una parte importante del portfolio di investimenti in valuta estera della Cina e rappresentano operazioni di mercato. Alla luce della situazione dei mercati internazionali e alle esigenze di investimento del governo cinese, è necessario adottare una gestione finanziaria precisa.

 Cosa intende, Ambasciatore?

La Cina gestisce da sempre le riserve in valuta estera in base al principio della diversificazione e della distribuzione. In altre parole, le operazioni di investimento e l’allocazione degli asset avvengono in base alle necessità della Cina, con l’obiettivo di garantire la sicurezza, il mantenimento e l’accrescimento del patrimonio in valuta estera. A prescindere che si guardi alle riserve valutarie o al mercato degli investimenti, la Cina è sempre e comunque un investitore responsabile; le sue attività di investimento da un lato promuovono la stabilità dei mercati finanziari internazionali, dall’altro mirano a mantenere e accrescere il valore delle riserve.

Cosa significa questo per l’Italia?

Attualmente, i rapporti sino-italiani vivono un momento di rapido sviluppo, e i due Paesi intendono approfondire ulteriormente la cooperazione di mutuo vantaggio. Spero che Cina e Italia possano attuare concretamente l’intesa raggiunta dai nostri leader di governo, e promuovere in modo stabile lo sviluppo della cooperazione in tutti i settori, compreso quello finanziario…

Vedi articolo

Dodici proverbi - Pieter Brueghel Il Vecchio

Dodici proverbi – Pieter Brueghel Il Vecchio

RelatedPost

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>