BANCA DATI

Le priorità del nuovo Presidente della Commissione Europea per il settore agricolo

image_pdfimage_print

A metà luglio il Parlamento europeo ha eletto Ursula Von der Leyen come nuovo presidente della Commissione europea. Nel suo discorso di 20 pagine intitolato “La mia agenda per l’Europa” ha espresso la sua visione della prossima Commissione europea 2019-2024. Proprio nel primo capitolo, intitolato “Un patto verde europeo”, ha fatto specificamente riferimento all’interazione tra politica climatica, agricoltura e produzione alimentare sostenibile.
“La tutela dell’ambiente naturale europeo è in cima alle priorità e ritiene che cambiamenti climatici, biodiversità, sicurezza alimentare, deforestazione e consumo del suolo siano questioni che richiedono un approccio comune. Dobbiamo cambiare il nostro modo di produrre, consumare e fare affari. La salvaguardia e il ripristino dei nostri ecosistemi devono essere le linee guida alla base di tutte le nostre azioni politiche. Questo significa che nella politica economica dobbiamo fissare nuovi standard per la biodiversità, che includano tutti i settori del commercio, dell’industria e dell’agricoltura”.
Ha inoltre annunciato che entro i primi 100 giorni di mandato presenterà il “Green Deal per l’Europa” e la “Strategia per la biodiversità 2030″. Si deve tutelare l’importante lavoro che svolgono i nostri agricoltori per assicurare ai cittadini europei prodotti alimentari nutrienti, a buon prezzo e sicuri. Questo è possibile solo garantendo alle aziende rurali un reddito adeguato.
Il nuovo Presidente ha anche annunciato nel suo programma di lavoro di voler lanciare una nuova strategia alimentare: i nostri agricoltori verranno sostenuti attraverso il programma farm to fork per produrre alimenti sostenibili lungo l’intera catena del valore. Anche per quanto riguarda il sostegno delle aree rurali, che rappresentano il cuore pulsante della nostra economia, si punta a valorizzare il territorio rurale e a investire nel suo futuro. Un altro tema di interesse è la salute dei cittadini, sul quale Von der Leyen ha dichiarato di volersi impegnare per contenere l’uso di prodotti chimici nella produzione alimentare, così come il problema dell’inquinamento dell’aria, dell’acqua e del suolo. Si propone di adottare una strategia trasversale che consenta di proteggere la salute dei cittadini arginando i danni ambientali, migliorando la qualità dell’aria e dell’acqua e riducendo al minimo l’impiego di sostanze chimiche pericolose, interferenti endocrini e pesticidi nocivi per la salute”.

Vedi articolo

terreno

RelatedPost

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>