BANCA DATI

Le missioni della FIDAF

image_pdfimage_print

Il sistema agroalimentare mondiale sta attuando una radicale trasformazione: da essere insieme fonte dell’alimentazione del genere umano e importante fattore di degrado ambientale ad assicurare la nutrizione di tutti e essere contemporaneamente un componente decisivo della sostenibilità. I laureati in Scienze Agrarie e Forestali, ovviamente in collaborazione con altri attori, sono e sempre più saranno i protagonisti dello sviluppo delle conoscenze necessarie per questa trasformazione e delle loro applicazioni nella pratica.

La FIDAF, che è l’organizzazione dei Dottori in Scienze Agrarie e Forestali, ha quindi tre missioni, ognuna delle quali è perseguita per mezzo di una specifica funzione.

La prima missione è quella di elaborare approcci e concetti per lo sviluppo sostenibile dei sistemi agroalimentari italiani. Per perseguire questa missione, la FIDAF funziona da laboratorio di idee. I laureati in Scienze Agrarie e Forestali sono detentori di una connaturale capacità di organizzare sistemicamente le conoscenze e sono depositari di un enorme serbatoio di esperienze. La FIDAF ha sempre promosso, e sempre più deve promuovere, analisi e riflessioni collettive necessarie ad avanzare proposte e raccomandazioni concrete e innovative. Un esempio di attività svolte nell’ambito di questa missione è rappresentato dall’Osservatorio sul Dialogo nell’Agroalimentare. Interlocutori del sistema agroalimentare italiano hanno dato vita ad una serie di incontri e di workshop, in cui hanno ascoltato le rispettive argomentazioni, hanno ragionato insieme nel riconoscimento delle rispettive conoscenze e nel rispetto dei ruoli di ciascuno ed hanno elaborato congiuntamente proposte di miglioramento della comunicazione tra attori, nell’ottica della promozione dello sviluppo sostenibile.

La seconda missione è quella di rafforzare il ruolo nella società dei Dottori in Scienze Agrarie e Forestali. Per perseguire questa missione, la FIDAF svolge la funzione di patrocinio e rappresentanza della categoria verso i decisori politici ed economici, in modo da propugnare la considerazione delle idee e dei concetti sviluppati e l’attuazione delle proposte elaborate. La funzione di patrocinio comprende la sensibilizzazione dell’opinione pubblica mediante azioni di diffusione della cultura agronomica e forestale. Un esempio di attività svolta recentemente per questa missione è la presentazione di osservazioni e la proposta di emendamenti nell’ambito del programma di audizioni alla Commissione agricoltura del Senato per la conversione in legge del DDL n. 988 in materia di agricoltura biologica.

La terza missione della FIDAF è quella di promuovere l’apprendimento e l’aggiornamento permanente degli attori del sistema agroalimentare. Questa missione è perseguita dalla FIDAF mediante la raccolta, la sistematizzazione, l’analisi e la condivisione di dati e di informazione relativa al sistema agroalimentare. Esempio di attività relative a questa missione è la rivista online “AgriCulture”, che pubblica articoli di autorevoli esperti del settore, e il bollettino mensile, distribuito per posta elettronica a decine di migliaia di colleghi e di professionisti dei sistemi agroalimentari.

A queste tre missioni si affianca quella interna di rafforzamento del ruolo e delle capacità della FIDAF e delle sue articolazioni territoriali. Questa missione interna viene realizzata per mezzo dell’allacciamento o del consolidamento di alleanze con altre organizzazioni, come per esempio l’accordo di collaborazione recentemente stipulato con l’Accademia Nazionale di Agricoltura, il rafforzamento delle Associazioni provinciali, il reperimento di fonti di finanziamento.

Per svolgere queste funzioni e, quindi, per perseguire le sue missioni, la FIDAF conta sull’impegno di moltissimi colleghi, che operano in campi svariati e in tutta l’Italia. La dimensione delle sfide da affrontare richiede che questo impegno sia ulteriormente ampliato e approfondito.logo_fidaf_lg

RelatedPost

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>