BANCA DATI

Le conclusioni del G7 a Taormina. Una doccia fredda per l’Italia, per la Riforma Madia e per l’Arma dei Carabinieri

image_pdfimage_print

La  riunione del G7 a Taormina avrà  conseguenze pesanti per l’Italia, in seguito a quanto stabilito nell’accordo finale.

Ogni Paese ha la responsabilità della difesa dei propri confini e del controllo dei fenomeni migratori sul suo territorio;

L’accordo ratificato a Parigi sul cambiamento climatico, in occasione della COP 21, non è ritenuto valido dagli Stati Uniti.

La  riforma  Madia, che ha coinvolto anche l’Arma dei Carabinieri con l’assorbimento del Corpo Forestale dello Stato, è stata realizzata troppo precipitosamente, senza un approfondito esame delle situazioni che si sarebbero venute a creare.

La difesa dei confini dell’Italia è stata  affidata,infatti,alla  Guardia di Finanza, Corpo  che dipende dal Ministero delle Finanze, ma che non si è mai occupato degli spostamenti delle linee di confine, generalmente affidate all’ Esercito e, territorialmente alle Stazioni dei Carabinieri.

Inoltre, la Guardia Costiera è stata soppressa, ed il patrimonio navale dell’Arma dei CC e del CFS, deve confluire  nella Guardia di Finanza…

28/05/2017

Vedi articolo

Pathway in Monet's Garden at Giverny - Claude Monet - 1900

Pathway in Monet’s Garden at Giverny – Claude Monet – 1900

RelatedPost

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>