BANCA DATI

L’agricoltura di precisione: un pacchetto di innovazioni complesso e con molte potenzialità

image_pdfimage_print

La centralità dei temi della conoscenza e dell’innovazione è stata probabilmente la vera novità delle politiche agricole del periodo di programmazione in corso.  Non ha precedenti né l’approccio scelto dalla Commissione europea di considerarle elementi a supporto di qualunque altro intervento previsto, né la disponibilità di più strumenti operativi e finanziari dedicati.
Oltre al più prevedibile Programma Quadro Horizon 2020, è stato il Fondo dedicato allo sviluppo rurale (Feasr) a fornire strumenti specifici ed inediti. Infatti, nella complessa logica di priorità e focus area di cui si compone, la priorità relativa alla conoscenza e all’innovazione (la prima) è trasversale a tutte le altre e può concorrere al raggiungimento degli obiettivi di ciascuna. Ad oggi le Regioni hanno indirizzato a tale finalità circa 730 milioni di euro utilizzabili in azioni di informazione, formazione, consulenza e trasferimento dell’innovazione in senso stretto. Si tratta del 3,5% dell’intero investimento dei Psr, peso percentuale che è raddoppiato rispetto al precedente periodo di programmazione.
Tale importanza proviene da un scelta strategica realizzata a monte ed esplicitata nel documento Europa 2020 nell’ambito del quale, alla parola crescita, è stato affiancato l’aggettivo “intelligente” insieme a sostenibile e inclusiva per indicare la prospettiva verso cui l’Unione europea deve tendere per i prossimi anni.
La problematica legata allo scarso (presunto) utilizzo delle tecnologie e dell’innovazione più in generale da parte delle imprese agricole italiane è invece oggetto di dibattito da molto tempo. Non è mai facile correlare deficit di produttività e redditività alla necessità di innovazione, tuttavia le analisi qualitative disponibili (Piano strategico innovazione e ricerca, Mipaaf 2014 ), la scarsa propensione agli investimenti, l’elevato peso dei costi di produzione (Rica Italia) consentono di concludere che una più diffusa propensione all’adozione di innovazioni potrebbe risolvere almeno una parte dei problemi nei quali incorrono soprattutto le piccole e medie imprese agricole italiane.
Il presente numero di Agriregionieuropa dedica la sua parte monografica ad un’innovazione, la cosiddetta Agricoltura di precisione (AdP), che in questi anni è stata oggetto di approfondimenti scientifici e tecnici ed è stata proposta anche a livello istituzionale come una delle soluzioni ai variegati bisogni del tessuto imprenditoriale…

Vedi articolo

Dodici proverbi - Pieter Brueghel Il Vecchio

Dodici proverbi – Pieter Brueghel Il Vecchio

Documenti Correlati

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>