BANCA DATI

La “verde” Germania campione europeo del carbone e delle emissioni di CO2

image_pdfimage_print

Nel quinquennio 2010-2015, in Europa le energie rinnovabili sono cresciute del 35,9%, la domanda di gas è diminuita di oltre un terzo e la produzione di elettricità da fonte nucleare è scesa del 6,3%. L’utilizzo del carbone (carbone pesante e lignite), invece, è rimasto stabile, e copre il 26% della produzione di elettricità europea.

I paesi con la maggior produzione di elettricità da centrali a carbone sono la Germania (158 TWh da lignite e 118 TWh da carbone pesante), Polonia (54 TWh da lignite e 79 TWh da carbone pesante), Repubblica Ceca (38 TWh da lignite) e Regno Unito (95 TWh da carbone pesante). Quindi, quasi la metà della produzione di elettricità da lignite avviene in Germania, mentre Regno Unito, Germania e Polonia producono insieme oltre la metà dell’elettricità dell’Ue da carbone pesante.

Per quanto riguarda le energie rinnovabili, l’Italia (109 TWh) è al secondo posto dopo la Germania (193 TWh), seguite da Spagna, Svezia e Francia. Queste sono le cifre contenute in un rapporto diffuso dal tedesco Oeko-Institut, che fornisce i dati di sviluppo delle varie fonti tra il 2010 e il 2015…

Vedi l’articolo

The Burning of the Houses of Parliament 2, William Turner

The Burning of the Houses of Parliament 2, William Turner

RelatedPost

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>