VIRTU

BANCA DATI

Il latte di dromedario

image_pdfimage_print

Il dromedario è in declino numerico nei Paesi ove rappresenta soprattutto un essenziale mezzo di trasporto: Iran, Turchia o alcuni paesi dell’Africa mediterranea. L’incremento è invece sensibile nei paesi ove l’animale è utilizzato per la produzione di carne e latte ed allevato quasi esclusivamente dai pastori nomadi ai quali la «nave del deserto» fornisce l’assistenza di cui hanno bisogno nelle condizioni delle zone aride e rende disponibili gli alimenti essenziali (latte e carne), oltre a pelle e pelo per calzature ed indumenti. Per molti arabi, somali, etiopi ormai inurbati da tempo, pur avendo perso la funzione di componente fondamentale della dieta, il latte di dromedario (e di battriano) è rimasto la bevanda più ricercata, tanto che, nelle città, il prezzo di vendita è elevato e ciononostante la domanda supera largamente l’offerta.

Il consumo di questo latte presso i popoli islamici, oltre che dalle tradizioni di gusto, è sostenuto da motivi religiosi e dalla convinzione di forza e virilità da esso trasmesse, confortata oggi dalla scoperta, in esso, di nuclei endorfinici in quantità interessanti e dalla credenza che mantenga a lungo la giovinezza in colui che lo consuma; a ciò si attribuisce la difficoltà di stabilire l’età del pastore dalle sue caratteristiche fisiche. Interessanti sono anche le segnalazioni sulle virtù afrodisiache e sulle proprietà terapeutiche attribuitegli con benefici, di volta in volta, sullo sviluppo dei giovani e contro la tubercolosi, l’anemia, l’asma, le disfunzioni epatiche e renali, nonché contro ogni tipo di disfunzione interna e di malattia infettìva.

Oggi il latte dei cammelli è prescritto per i diabetici non come cura ma perché consente di ridurre le dosi di insulina da prescrivere. Viene ricordato che ha anche proprietà microbicide e immuno-stimulatorie perché contiene proteine immuno-attive come lisozima, lattoperossidasi e lattoferrina. Può anche essere consumato dai pazienti con intolleranza al lattosio…

Vedi articolo

The Artist's Garden at Issy les Moulineaux - Henri Matisse

The Artist’s Garden at Issy les Moulineaux – Henri Matisse

RelatedPost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *