BANCA DATI

Il controllo biologico degli insetti dannosi: vecchi concetti e nuove strategie

image_pdfimage_print

Attraverso un approccio multidisciplinare, è oggi possibile da un lato caratterizzare tassonomicamente i nemici naturali degli insetti dannosi e dall’altro “conservarli” e “attrarli” attraverso l’uso di piante e/o di sostanze di origine vegetale, nelle aree dove è più necessaria la loro azione.

Alla domanda se sia davvero possibile controllare biologicamente gli insetti dannosi delle colture agrarie e forestali si può rispondere solo mettendo in evidenza i risultati che la ricerca ha prodotto negli ultimi venti anni. L’obiettivo rimane il raggiungimento di un equilibrio naturale di lungo periodo (soprattutto territoriale), che non prevede l’eliminazione delle specie dannose ma il mantenimento delle loro popolazioni al di sotto di soglie che comportano danno economico. Queste nuove strategie affiancano e potenziano le classiche tecniche di lotta biologica in un momento di cambiamenti climatici e globalizzazione che espongono l’agricoltura alla continua invasione di insetti alieni…

Vedi articolo

Millet's Garden - John Singer Sargent

Millet’s Garden – John Singer Sargent

RelatedPost

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>