BANCA DATI

I Frattali: La Geometria della Natura

image_pdfimage_print

È la vigilia di Natale. Sto dando gli ultimi ritocchi al presepe. Accanto alla grotta metto un bel rametto caduto dalla quercia che abbiamo in giardino. Mia moglie, guardando il presepe, mi dice: “è proprio bello, e quel rametto sembra proprio un albero”. Sì, nel suo piccolo sembra proprio un albero. E sembrano proprio alberi quei singoli rami più grandi di quella quercia, dai quali partono tanti rametti come quello del presepe. Non è un caso, è la “geometria della natura”. Quella quercia, come tutte le querce del mondo, come quasi tutte le specie di alberi del mondo, presenta una particolare proprietà: ogni sua parte assomiglia al tutto, cioè ha la proprietà di “auto-similarità”.

Vedi articolo completo:  I frattali – La geometria della natura

 

felce

 

 

One Response to I Frattali: La Geometria della Natura

  1. Luigi Rossi Rispondi

    giugno 3, 2015 a 9:41 pm

    Leggendo questo splendido articolo, non saprei dire se è un lavoro scientifico o una opera d’arte o un trattato sulla bellezza della Natura. E’ vero: I triangoli, i cerchi e le altre figure geometriche della geometria classica sono di scarso aiuto nel descrivere le forme naturali in quanto “le nuvole non sono sfere, le montagne non sono coni, le coste non sono cerchi, la corteccia dell’albero non è levigata, né un fulmine viaggia in linea retta”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>