BANCA DATI

END OF WASTE E SOTTOPRODOTTI. Le politiche per l’economia circolare alla prova dei fatti

Gli Amici della Terra avanzano una proposta per superare l’impasse che blocca, ormai da molto tempo, ogni concreto avvio di economia circolare: al fine di riconoscere l’operato delle Regioni che hanno consentito l’utilizzo di sottoprodotti e il riutilizzo di rifiuti nei processi produttivi, oltre ad istituire un Pubblico Registro degli “impianti di recupero di rifiuti”, come propone la Lega, si affidi al Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente, SNPA, la garanzia dell’omogeneità dei criteri applicati e la stesura di linee guida.

image_pdfimage_print

In assenza di un quadro normativo esauriente che definisca criteri per la cessazione della qualifica di rifiuto, in molti casi significativi per il tessuto produttivo italiano, sono state le autorità competenti al rilascio delle autorizzazioni ambientali, come le AIA, che, caso per caso, hanno assentito al riconoscimento della cessazione della qualifica di rifiuto o dello status di sottoprodotto. Ciò ha consentito lo sviluppo di circuiti virtuosi di recupero e riciclaggio per flussi importanti di materia, eliminando gravami burocratici inutili del regime dei rifiuti.

Le competenze relative al rilascio delle autorizzazioni ambientali sono divise tra lo Stato (per gli impianti considerati particolarmente significativi) e le Regioni a cui sono state attribuite le funzioni amministrative per molte tipologie di impianti come quelli soggetti alla disciplina della direttiva IPPC. In molti casi, le Regioni hanno ulteriormente decentrato le competenze amministrative in materia di autorizzazioni ambientali alle Province…

Vedi articolo

Cipressi1, 1888

Cipressi1, 1888

RelatedPost

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>