BANCA DATI

Clima e Mezzogiorno: una proposta operativa

image_pdfimage_print

Sempre più spesso i mass media – quotidiani, radio, televisione, settimanali, riviste – riportano notizie riguardo probabili cambiamenti del clima, sia a livello globale che locale, probabilmente causati da una serie di inconvenienti creati dallo sviluppo della civiltà tecnologica attuale: effetto serra, legato all’incremento della CO2 ed altri gas che inducono la desertificazione, la continua riduzione dei grandi polmoni del mondo (le foreste tropicali), il riscaldamento e l’ inquinamento dei mari ecc.

Sempre più numerosi sono i movimenti, i club di opinione, addirittura i partiti politici che fanno della salvaguardia dell’ambiente una bandiera, quasi una professione di fede. Sempre più spesso sono organizzati convegni e conferenze a vari livelli per riunire tecnici, scienziati e politici per fornire e discutere dati e documentazioni su ipotesi più o meno pessimistiche: ce la farà o non ce la farà il pianeta a sopportare, a guarire, le ferite ambientali che l’umanità continua ad infliggergli?
A parte lo sconcerto – certo grande – l’attenzione è quasi sempre focalizzata ad avanzare denunce, a formulare diagnosi, ad invitare a limitare e possibilmente ad eliminare le principali cause di effetti sicuramente nocivi e pericolosi per l’ambiente…
Il pagamento delle imposte - Pieter Brueghel Il Giovane

Il pagamento delle imposte – Pieter Brueghel Il Giovane

RelatedPost

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>