BANCA DATI

Calenda: “Con il Ttip torniamo a guidare la globalizzazione”

image_pdfimage_print

Nel corso di una informativa urgente alla Camera, il ministro dello Sviluppo economico ha riferito sulle trattative, che potrebbero sfumare, tra Unione europea e Stati Uniti

“Il TTIP ha innanzitutto l’obiettivo di riportare il timone della globalizzazione nelle nostre mani”. Lo ha dichiarato oggi il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, svolgendo nell’Aula della Camera una informativa urgente del Governo relativa al negoziato tra l’Unione europea e gli Stati Uniti sull’accordo di partenariato trans-atlantico per il commercio e gli investimenti, noto come Ttip.

“L’Europa – ha detto il ministro – è l’area commerciale più aperta del mondo. Aprire, attraverso gli accordi commerciali, alle nostre imprese nuovi mercati è fondamentale per sanare uno squilibrio insostenibile. Questo è particolarmente vero per l’Italia che vive di export. Siamo un Paese dove l’anno scorso più di 200 mila imprese hanno esportato beni per 414 miliardi di euro, con un saldo commerciale record di 45 miliardi. In futuro sempre di più la nostra crescita verrà dalle esportazioni e USA e Canada sono per noi mercati fondamentali”.

“In nessun caso – ha però aggiunto – il Trattato potrà portare a un abbassamento degli standard. Su questo punto entrambi i negoziatori sono stati molto chiari: se convergenza ci sarà, sarà verso l’alto, altrimenti ognuno terrà i suoi standard”. Sostenere che il TTIP è importante, “non vuol dire affatto essere pronti a chiuderlo a ogni costo. Il rischio che un equilibrio negoziale non sia raggiunto è più che concreto”- ha detto Calenda…

Vedi articolo

Boxwood Garden - Emil Nolde

Boxwood Garden – Emil Nolde

RelatedPost

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>